5 consigli da non dimenticare quando si coltiva il sedano

Il sedano è un ingrediente di grande personalità in molti piatti ed è anche un prezioso aiuto nelle diete dimagranti. Quando vogliamo prenderci cura della nostra dieta, la cosa più complicata di solito è evitare di mangiare lontano dai pasti. Il sedano è poi anche di inestimabile aiuto perché il suo consumo è soddisfacente, è croccante, aromatico e saziante e difficilmente apporta calorie.

Per il nostro consumo non abbiamo bisogno di fare una grande piantagione di sedano, con poche piante avremo più che a sufficienza e possiamo coltivarlo anche in vaso. Seguiremo questi passaggi per la sua coltivazione:

1.- Semina al chiuso.

Sei settimane prima dell’ultima gelata inizieremo a piantare in casa. Con la coltivazione in semenzaio indoor, anticiperemo il raccolto e ci sarà anche più facile gestire i suoi piccoli semi.

Due.- Il momento giusto per uscire.

Dobbiamo scegliere correttamente il momento per trapiantare all’estero. Il sedano è abbastanza sensibile alle basse temperature. Non dovremmo coltivarla all’aperto fino a quando la temperatura non sarà di circa 12ºC ed è trascorsa almeno una settimana.

Consigli per la coltivazione del sedano 2

3.- Scegli il posto giusto per crescere se vogliamo avere successo.

Deve essere un luogo in cui le piante ricevono tra le 6 e le 8 ore di sole al giorno. Hanno anche bisogno di un periodo di ombra per rinfrescarsi, soprattutto nel pomeriggio. Prepareremo il terreno aggiungendo preventivamente del compost o un altro fertilizzante a lenta cessione.

4.- Irrigazione regolare e costante.

Il sedano, appena osserveremo la sua struttura ci accorgeremo, ha bisogno di molta acqua. Non dovrebbe mai mancare o appassirà e si ammorbidirà subito. Monitoreremo bene perché nelle giornate calde potremmo doverli annaffiare due volte al giorno.

Leggi  Il mondo del cavolo

Suggerimenti per la coltivazione del sedano 1

5.- Decolorazione

Sbollentare è un modo per far assaporare al meglio la tua pianta di sedano. Per questo viene eseguita la coltellatura, che consiste nel formare un cumulo di terra attorno alla pianta. Ogni due giorni aggiungi più terreno rendendo il cumulo più grande. La collina dovrebbe iniziare alcune settimane prima della raccolta e continuare fino a quando non la facciamo.

Foto: commons.wikimedia.org